ESPERIMENTI SU UN CORPO GIA' PERFETTO

 

Coreografia e Disegno Luci: Nyko Piscopo

Danzatore: Leopoldo Guadagno
Musica: Arvo Pärt

 

L’allegoria della Caverna di Platone è il punto di partenza del processo creativo. Il corpo, inteso sia come forma che come presenza intangibile, cerca di orientarsi nel mondo circostante. Musica e luci distorcono la realtà come una nenia ipnotica affinché il performer sia rinchiuso in uno stato mentale passivo. C’è la protesta violenta e la rabbia, l’esasperazione e la ribellione ma in fondo a questo grido dolente c’è la delusione e lo sconforto. Più ancora, la disperazione totale che però rimane dentro. L’utilizzo del corpo come veicolo di liberazione è l'unico mezzo da utilizzare.

 

 

Choreography and Lights: Nyko Piscopo

Dancer: Leopoldo Guadagno
Music: Arvo Pärt 

 

The Allegory of the Cave by Plato is the starting point of the choreographic process. The body, meant as both physical and intangible presence, tries to interpretate and clarify the surrounding world. Music and lights distort the reality to shut the performer in a dimension of ignorance and fear.