ANTIGONE (dream on)

Di e con: Angelo Petracca

Assistente alla regia: Enrica Mongelli

Musiche: S. Gubaidulina, J. Burn, Aerosmith
 

Sospeso in uno spazio limbico tra l’infinito dell’immaginazione ed i muri delle leggi non scritte, come ANTIGONE nella caverna è il corpo sulla scena. Se conformarsi a regole e forme alimenta il senso di solitudine, occorre seguire le proprie idee a costo di rischiare un tragico ed irrimediabile epilogo? ANTIGONE è un corpo politico, fragile nella sua umanità che ci invita alla resa, ad allentare la presa, a comprendere i contrasti.

 

 

ANTIGONE (dream on)

Work and performance: Angelo Petracca

assistant: Enrica Mongelli

Music: S. Gubaidulina, J. Burn, Aerosmith

 

Suspended in a limbic space between the infinity of imagination and the walls of unwritten laws, like ANTIGONE in the cave is the body on the scene. If conforming to rules and forms fuels the sense of loneliness, should one follow his own ideas at the risk of heading to a tragic and irremediable epilogue?ANTIGONE is a political body, fragile in its humanity that invites us to surrender, to loosen the grip, to understand the contrasts.